Impianto Elettrico

L'impianto elettrico, di tipo negativo a massa, si configura nelle versioni prima serie con una batteria da 40 Ah e una dinamo Bosch. 
Fulvia Berline e Coupé presentano fari anteriori gemellati, anabbaglianti all'esterno e abbaglianti all'interno dello stesso diametro di 130 mm, mentre le Sport utilizzano fari singoli di forma rettangolare arrotondata. Ventilatore e tergicristallo sono a singola velocità. Solo la Rallye 1,6 HF adotta l'alternatore, per poter alimentare più adeguatamente i fari aggiuntivi ed i potenti abbaglianti Carello da 170mm. Gli avvisatori acustici sono bitonali.  
Le HF e le Sport Competizione sono prive delle luci di ingombro sulle portiere e la luce di cortesia è azionata solo all'apertura della portiera del guidatore.
Per il mercato americano, le Sport sono equipaggiate con fari sigillati gemellati. 

Le vetture seconda serie ricevono significativi aggiornamenti teconologici. Tutte sono equipaggiate con alternatore Magneti Marelli sostituito dal Ducellier con gli allestimenti Fulvia 3, elettroventola del radiatore, ventilatore dell'abitacolo a due velocità, tergicristallo a due velocità, lavavetri elettrico, lampade allo Jodio. 

La batteria viene portata a 44 Ah. 
Le Fulvia Berlina adottano fari anabbaglianti da 170 mm, le Sport montano sempre fari rettangolari ma di tipo Cibié BiJode a doppia parabola.
Le Coupé HF Corsa e le Montecarlo sono prive delle luci di ingombro sulle portiere e la luce di cortesia è azionata solo all'apertura della portiera del guidatore.  
Le Fulvia Sport 1600 possono essere equipaggiate con avvisatori acustici pneumatici. 
Con gli allestimenti Fulvia 3 risulta disponibile come accessorio opzionale un retronebbia. 

Le componenti elettroniche sono assenti nella prima serie, mentre la seconda viene dotata di contagiri elettronico. Con l'allestimento Fulvia 3 viene aggiunto un orologio al quarzo (con scatto di avanzamento al quinto di secondo) e, come accessorio, l'accensione elettronica.