La Fulvia HF

La Lancia produsse una serie limitata di vetture con caratteristiche avanzate da destinarsi alle attività agonistiche che vennero siglate HF.

HF è il simbolo del Reparto Corse Lancia e venne adottato da Cesare Fiorio nel 1963; il Reparto a Corse aveva inoltre l'obiettivo di coordinare l'attività dei piloti gentlemen per concentrare gli sforzi per la vittoria.

Le Fulvia HF furono dotate di motori più potenti e meglio finiti, con speciali alberi a camme e carburatori più grossi, una dotazione interna più spartana con sedili di tipo corsa, le carrozzerie alleggerite, prive di paraurti, con le parti mobili in alluminio e i finestrini in perspex.
Alcuni modelli furono dotati di parafanghi allargati e gomme maggiorate.

Il modello di punta è la Rallye 1,6 HF, noto anche come Fanalone, così chiamato per i grossi fari abbaglianti. Questa vettura aprì le porte del successo nei Rally alla Lancia.

La Coupé HF e la Rallye 1,3 HF mantengono carreggiate e passo delle altre Fulvia, mentre la Rallye 1,6 HF e la successiva Coupé 1600 HF presentano una carreggiata anteriore di 1.390 mm ed una posteriore di 1.335 mm, sia per il camber negativo all'avantreno che per i cerchioni in lega da 6 pollici.

Con 160 CV, 850 kg di peso e la trazione anteriore il Fanalone si dimostrò una vettura più bilanciata delle avversarie e quindi più facile da guidare.

L'ultima Coupé 1600 HF è chiamata Fanalino, venne costruita su un telaio di seconda serie, ma non raggiunse la fama delle precedenti Rallye 1,6 HF.

Della Fanalino esistono 2 versioni, una molto spartana denominata Corsa, priva di paraurti e con gli interni del Fanalone, la seconda, assai più rifinita, con sedili dotati di poggiatesta paraurti, cornici dei vetri in inox, detta Lusso.

 

 

 

I colori delle Fulvia HF, gli interni sono per tutti i modelli in TVE nero