Le ruote

La scelta tecnica per le ruote della Fulvia è stata decisamente conservativa.
Le berline di entrambe le serie dono state equipaggiate con cerchi in acciaio a disco finestrato da 4,5J14, con pneumatici 155R14, completate da coppe e corniere che variano a seconda delle versioni.
Per le Coupé, le Sport e le HF prima serie, ad esclusione della Rallye 1,3 HF, Lancia decise di adottare sullo stesso cerchione, uno pneumatico di sezione inferiore, 145R14, in modo che la spalla meno spanciata desse un comportamento dinamico lievemente più sportivo e che il minore momento d'inerzia dovuto al diametro inferiore favorisse l'accelerazione.
Non vennero mai omologate configurazioni diverse, anche se ci fu una piccola serie di Coupé Rallye 1,3 e Rallye 1,3S equipaggiate all'origine con cerchi 5J13 Fergat Cromodora con disegno simile ai CD 22 della Rallye 1,6 HF, con pneumatici 165R13.
Prima dell'introduzione degli pneumatici ribassati, era normale ridurre il diametro del cerchione per ottenere, allargando la spalla dello pneumatico, un rotolamento simile.
Con la Rallye 1,6 HF, Lancia decise di adottare all'origine i cerchi Cromodora CD22 nella misura 6J13 con pneumatici 175HR13. Dato che in quel periodo vennero introdotti i primi pneumatici ribassati, chi correva abitualmente montava pneumatici nella misura 185/70HR13.  Da notare che i cerchi Campagnolo 6J13 avevano un ET inferiore a quello dei Cromodora.
Per le Fulvia Coupé e Sport seconda serie (818630, 818650 e 818750) Lancia propose un cerchio 4,5J14 a disco finestrato con disegno tale per cui non era più necessaria la coppa coprimozzo. La misura dello pneumatico, portata a 165R14 per le 1,3S e 165Hr14, non sfrutta tutti i vantaggi della spalla più larga, che avrebbe lavorato meglio con un cerchio da 5 pollici.
Per la Coupé 1600 HF vengono scelti pneumatici 175HR14 montati su cerchi Cromodora CD28 da 6J14. Anche in questo caso una scelta molto conservativa da parte del costruttore.
Solo con la Fulvia 3 viene introdotto un cerchione FPS in lega, sempre nella misura 4,5J14 con disegno molto simile a quello del cerchione in acciaio.
Il mondo dell'aftermarket, ha proposto moltissime alternative, purtroppo tutte tecnicamente illegali per il mercato italiano in quanto alterano il valore delle carreggiate, oltre a sporgere dalla sagoma dei parafanghi